Skip links
Published on: Digitalizzazione documenti

Risparmiare denaro, come farlo in maniera organizzata? Scopri la regola del 50-30-20

Una spesa imprevista, il viaggio dei tuoi sogni, l’auto o la casa nuova, la pensione integrativa. È necessario risparmiare con costanza e destinare una parte delle tue risorse alla formazione di un gruzzoletto che ti permetterà di godere di una situazione economica serena.

 Per raggiungere i tuoi obiettivi non puoi quindi muoverti a caso. Bigliettini volanti, post-it, quadernetti sgualciti o calendari da tavolo sparsi in giro per la casa, sono spesso gli «strumenti» che utilizziamo per «gestire» il bilancio famigliare. Rette della mensa scolastica, abbonamento dell’autobus, assicurazione dell’auto e della casa, bollette della luce e del gas: scadenze e pagamenti così si accumulano nei cassetti o, come una montagna di carte, sulla scrivania. Il rischio concreto così facendo è che le spese della tua famiglia finiscano fuori controllo. 

Programmare budget e risparmi

La prima regola è capire quanto hai a disposizione da spendere mese per mese. Individuare una cifra precisa ti consentirà di gestire il tuo budget in maniera semplice e consapevole. Da qui puoi partire per fissare un obiettivo di fine anno, creare un fondo per gli imprevisti, controllare le spese ogni giorno, definire gli extra in funzione del tuo lifestyle, analizzare le uscite e scegliere dove mettere i tuoi risparmi. Programmare è il primo passo per risparmiare. Sebbene possa sembrare facile a parole, nei fatti, è tutt’altro che semplice. Per riuscire a muoversi tra le varie spese mensili e mettere da parte qualche risparmio, hai bisogno di regole. Una, in particolare.

La regola del 50/30/20: gestire il tuo budget e risparmiare 

50-20-30. Non sono misure perfette della donna del Terzo Millennio che sostituiscono il famoso 906090 delle pin up degli anni Cinquanta. È la «regola aurea» del risparmio. L’ha inventata Elizabeth Warren, professoressa di Harvard, che la citò per la prima volta nel libro «All Your Worth: The Ultimate Lifetime Money Plan».

Dopo più di vent’anni di studi e ricerche, la tesi proposta da Elizabeth Warre è che per gestire al meglio le proprie finanze basta seguire una semplice regola muovendosi tra spese per la casa, prodotti essenziali, shopping e divertimento, senza dover aspettare con ansia l’arrivo dello stipendio a fine mese.

Il nome deriva dalle percentuali della distribuzione del proprio reddito tra le varie voci di spesa che bisogna sostenere durante il mese: 50% spese essenziali, 30% spese superflue e 20% obiettivi finanziari. Alle spese essenziali è consigliato destinare la metà delle proprie entrate mensili. Tra queste  rientrano l’affitto o la rata del mutuo, le bollette, l’acquisto di generi alimentari, i trasporti, le polizze assicurative, Internet e telefono. Messo da parte questo gruzzolo, è possibile utilizzare il 30% delle entrate per far fronte alle spese superflue (ma essenziali per il tuo umore!): ristorante, palestra, vacanze, shopping e sevizi vari, da Netflix a Spotify. La parte restante del reddito mensile, il 20%, dovrebbe essere risparmiata e investita per raggiungere i propri obiettivi finanziari a lungo termine.

Facile a dirsi, ma come la mettiamo in pratica da oggi?

Il primo passo per applicare la regola del 50/30/20 è «tracciare» tutte le spese. Monitorare i «movimenti» del tuo ménage familiare ti consente di essere sempre organizzato e valutare come e dove risparmiare, in modo da capire meglio quando puoi uscire a cena o andare a fare un weekend e quando, invece, devi «tirare la cinghia». In pratica, in questo modo puoi identificare tutte le uscite mensili più comuni e suddividerle nelle tre categorie «essenziali», «superflue» e «obiettivi finanziari».

Rendi facile la regola del 50/30/20

Tracciare le spese con un’applicazione può essere veloce e pratico da fare. Lo smartphone, infatti, l’abbiamo sempre in tasca o in borsa e possiamo utilizzarlo per archiviare gli scontrini degli acquisti che facciamo ogni giorno. Kipy, l’app sicura per la gestione di tutti i tuoi documenti, ti permette di avere sotto controllo entrate e uscite in modo facile, salvando il bilancio famigliare. Con un semplice click è possibile archiviare e gestire le bollette, gli scontrini dello shopping e le voci di spesa dedicate a pranzi, viaggi, estetista e parrucchiera, inserendole nella cartella “Altro” e organizzandone i file tramite tag. Potresti per esempio crearne tre nominati “50”, “30” e “20” e iniziare a raggrupparli tutti. Quando dovrai fare delle ricerche, ti basterà usare il filtro e avrai sempre a portata di mano il tuo portafoglio digitale da monitorare a fine mese. Abbandona i vecchi e cari e post-it incollati in agenda o dietro alla cover del tuo telefonino. Scarica Kipy da Apple Store!